31-03-2009

Scambio sul poisto: altri 3 mesi di tempo


Prorogato al 30 giugno il termine per la presentazione dell'istanza e la stipula della convenzione di Scambio sul Posto con il GSE.
Nonostante la proroga, che permetterà l’esame delle 52mila richieste inoltrate, i benefici economici derivanti dall’erogazione del servizio decorrono a partire dal 1 gennaio 2009.
Con il nuovo anno, infatti, sono decaduti i contratti con i diversi gestori di rete e il servizio è effettuato esclusivamente dal GSE, come definito dalla delibera dell’Autorità per l’Energia e il Gas n. 74/2008 (v. news Energheia del 30/12/2008). La presentazione della richiesta – inizialmente prevista entro il 31 marzo 2009 - consente di gestire con continuità la transizione tra il vecchio e il nuovo regime.
Tre i passaggi per il procedimento: registrarsi sul portale del GSE https://applicazioni.gse.it, selezionare l'applicazione SSP e compilare l'istanza e la convenzione.
Tra gli effetti della nuova normativa c’è la possibilità di cambiare il proprio fornitore di energia senza conseguenze sull'erogazione del contributo in conto scambio. Lo scambio sul posto, poi, non influisce più sulla regolazione economica dei prelievi effettuata con la bolletta elettrica (che vengono pagati interamente) ma si concretizza in un contributo erogato direttamente dal GSE. Inoltre, qualora la compensazione economica determinata dal gestore superi il costo sostenuto per il prelievo dalla rete, il credito non avrà più scadenza dopo tre anni ma potrà essere utilizzato anche successivamente. A breve, infine, sarà estesa la possibilità di attivare lo scambio sul posto per gli impianti di potenza fino a 200 kW.

da www.energheiamagazine.it