28-04-2009

Guida all'integrazione architettonica


Il GSE ha pubblicato la seconda edizione della guida agli interventi validi ai fini del riconoscimento dell’integrazione architettonica del fotovoltaico. Scaricabile dal sito del Gestore dei Servizi Elettrici, il documento fa chiarezza sulle normative ministeriali e dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas.
Si tratta di un supporto tecnico-operativo completo, che consente di individuare correttamente le tipologie di intervento che possono ricevere i riconoscimenti di integrazione architettonica parziale o totale, secondo quanto previsto dal Decreto 19 febbraio 2007.

Come presentare la documentazione al GSE, la differenza tra un impianto a terra e un impianto integrato e le caratteristiche della certificazione dei moduli sono solo alcuni dei problemi affrontati. Si parla poi di integrazione architettonica parziale e totale e della sostituzione di coperture in eternit o comunque contenenti amianto. Per concludere, una carrellata di casi studio ritenuti non idonei per la tariffa incentivante richiesta.

Il lavoro, corredato di immagini, si propone inoltre di mostrare come la tecnologia fotovoltaica possa validamente armonizzarsi nei panorami italiani urbani ed extraurbani rispettandone gli equilibri estetici e architettonici. Altro elemento, le diverse caratteristiche di impianto richieste per ottenere il premio per moduli fotovoltaici a terra anziché su pergole, pensiline, tettoie, serre ed ogni altro manufatto. Per questo sono ben descritte alcune tipologie e manufatti architettonici e le modalità di integrazione dei moduli necessarie per il riconoscimento dell'integrazione architettonica dell'installazione

da www.energheiamagazine.it