20-01-2009

Smaltimento moduli


Sostenibilità ambientale a 360 gradi: l'industria fotovoltaica europea è decisa a ridurre l’impatto ecologico della produzione energetica, lavorando sul ciclo di vita e sul riutilizzo delle materie prime.
L’associazione PV CYCLE, che coordina quasi il 70% dell’industria fotovoltaica europea, ha firmato a dicembre la dichiarazione ufficiale per il recupero e riciclaggio dei rifiuti di pannelli fotovoltaici giunti al termine del loro ciclo di vita, con il supporto del Ministro francese per l’Ecologia, l’Energia, lo Sviluppo Sostenibile e la Pianificazione del Territorio - Jean-Louis Borloo e del Commissario europeo per l’Ambiente - Stavros Dimas.
Gli obiettivi per le società aderenti saranno determinati sulla base dei seguenti parametri:
  1. almeno il 65% dei pannelli fotovoltaici immessi sul mercato sarà raccolto;
  2. almeno l’85% dei pannelli sarà riciclato
  3. il tasso di riciclaggio crescerà progressivamente in virtù della riduzione dell’impatto ambientale e della valutazione di fattibilità tecnica ed economica
  4. saranno presi in considerazione tassi di riciclaggio diversi per specifici materiali, in base alla riduzione dell’impatto ambientale e alla valutazione della fattibilità tecnica ed economica.
La realizzazione degli obiettivi dell’accordo, volontario, sarà monitorata da un comitato composto da rappresentanti del Parlamento Europeo, della Commissione Europea, dell’Associazione Europea dell’Industria Fotovoltaica (EPIA), di PV CYCLE e - tra gli altri - di organizzazioni non governative.
L’adesione a PV CYCLE è aperta a tutti i produttori, importatori o altri professionisti del settore.